Soluzioni per private cloud, il caso di OpenNebula

I pilastri che rendono OpenNebula un buon candidato tra le migliori soluzioni per trasformare i vostri data center in private cloud

OpenNebula è un software per la gestione di nuvole private che ha diverse caratteristiche che lo rendono uno strumento pregevole nel suo campo da gioco. I forti principi di design seguiti dal team di sviluppo rendono la sua architettura affidabile, e tramite le sue feature è possibile gestire un set locale di risorse fisiche e virtuali, con le possibilità di seguito descritte:

Modelli dati configurati nel data center. Le entità con cui OpenNebula lavora, quali astrazioni delle risorse fisiche e virtuali, sono un riflesso delle tipiche risorse rintracciabili nei data center. In questo modo l’interfaccia a linea di comando e le API offerte da OpenNebula sono in grado di espletare tutte le funzionalità di un private cloud, superando i limiti che presentano le interfacce public cloud. Con API intendiamo in tal caso delle API di basso livello, quali l’interfaccia XML-RPC, oltre alle API OpenNebula Cloud ed ai suoi Java binding.

Capacità di integrazione. L’ecosistema di un data center è così vasto e ricco che è impossibile costruire una soluzione unica che vada bene per qualsiasi data center. L’architettura di OpenNebula reagisce a questa caratteristica con un approccio plugin oriented. Il core di OpenNebula lavora astraendosi dalle risorse, e le operazioni sono delegate ai driver, processi separati che sanno come interagire con un certo aspetto di una tecnologia, sia questa un hypervisor, uno switch virtuale o un disk cabinet. Questa caratteristica di OpenNebula permette di integrarla più facilmente con tool esterni, quali ad esempio LDAP per l’autenticazione o Ganglia per il monitoraggio.

Funzionalità uniche. OpenNebula è caratterizzata da diverse funzionalità che sono uniche e diventano molto immediate da usare nel momento in cui c’è bisogno di gestire le risorse dei data center. L’abilità di raggruppare gli host fisici in cluster, per esempio, permette la segmentazione dei server in base alle loro caratteristiche. Questi cluster possono poi registrare diversi datastore, per bilanciare le operazioni di I/O, e diverse reti virtuali, permettendo configurazioni omogenee di reti e storage per ogni cluster, invece che per ogni data center. E’ importante notare anche che le caratteristiche di OpenNebula relative allo scheduling possono essere abbastanza utili a bilanciare l’allocazione di risorse virtuali nel private cloud, specialmente in congiunzione con i cluster. Infine OpenNebula offre meccanismi per avere a che fare con istanze multiple (OpenNebula Zones), sotto ad un server di gestione centralizzata (oZones), oltre a strumenti per suddividere in compartimenti le risorse nel data center e costruire piccole nuvole private che possono essere offerte e gestite da team esterni o interni, conosciute come virtual data center (VDC).

Sono queste tre caratteristiche a costituire i pilastri che rendono OpenNebula un buon candidato tra le migliori soluzioni per trasformare i vostri data center in private cloud.

siteобслуживаниепрограмма для взлома социальных сетейкак взломать почту mailоставить заявку на получение кредитной картыbedava slot oyunlar?europa casinoэкспресс кредит москватурагентсво килиманджароденьги в кредит гомельмикрозаймы на карту сбербанка срочноаруша городденьги в долг от частного лица астраханьчто такое редизайнтуры в грецию в октябреаксессуары для ванныхseo optimization companiesванная фото дизайндеревянный дом окна установкарегиональное продвижение сайтовпроект коттеджей империяуслуги адвоката юристаcar seat cover photosсправкаСолнцезащитный экран Renault для автомобиля

Facci sapere cosa ne pensi!