Sicurezza nel cloud, dal garante della privacy una nuova guida online

Il Garante della protezione dei dati personali ha pubblicato una guida online dal titolo “Cloud Computing – Proteggere i dati per non cadere dalle nuvole”

Un po’ come è successo per architetture precedenti come il modello client-server, o il modello three-tiers, il cloud computing potrebbe diventare entro i prossimi 2-3 anni il modello architetturale standard delle imprese. Anche la compagnia italiana Seeweb, tra i maggiori provider nazionali di servizi cloud, è convinta che finito l’hype le aziende stiano comprendendo sempre di più i suoi vantaggi, e clienti che fino al 2011 non sapevano neanche cosa fosse il cloud, ora invece lo prendono come obiettivo preponderante della loro strategia IT.

Come spesso accade per la diffusione di una nuova tecnologia, le nuove abitudini devono attendere la risposta delle leggi, che storicamente procedono a passo ben più lento di quello dell’innovazione. Da questo punto di vista ultimamente è stato compiuto un passo importante, in quanto il Garante della protezione dei dati personali ha pubblicato una guida online dal titolo “Cloud Computing – Proteggere i dati per non cadere dalle nuvole, disponibile in PDF.

Si tratta di un documento molto interessante per tutti coloro che hanno esitazione nell’adottare i servizi cloud per motivi giuridici e di privacy dei dati, il vademecum predisposto dall’Autorità è corredato da esempi concreti e da un decalogo con spunti operativi e di riflessione. Imprese e pubblica amministrazione potranno utilizzare questo strumento per cominciare ad approfondire i potenziali rischi del cloud, decidere quali tipi di dati – anche personali o addirittura sensibili – trasferire e per quali scopi. Una scelta consapevole consentirà di “avvicinarsi alle nuvole” senza rischiare di cadere.

La mini guida è suddivisa in cinque capitoli: “Cos’è il cloud computing”; “Nuvole diverse per esigenze diverse”; “Il quadro giuridico”; “Valutazione dei rischi, dei costi e dei benefici”; “Il decalogo per una scelta consapevole”. Le parti più interessanti non sono tanto quelle di presentazione della tecnologia, in quanto corredate da informazioni già ben risapute anche per chi non ha molta esperienza col cloud computing, quanto piuttosto quelle riguardanti il quadro giuridico in cui si inserisce la scelta tecnologica, ed i rischi che si possono incorrere in caso di utilizzo sbagliato.

game mobi100 approved loansпросмотр гостей вконтактевзлом почты программакредитная карта без справки о доходах спбcasino oyunlar? slotcasino listesiальфа банк кредитная карта мои правилапарк у подножи¤ килиманджарокак брать деньги в долг на теле2оформление кредитной карты альфабанк отзывытуризм сафари сайтгде лучший отдых в маеCannes escortsтуры в египет в ноябрекупить вок москваdutch translation siteонлайн оценка сайтакаркасные дома сип панелицитомегавирусраскрутка сайтараскрутка блогаArushaметодики продвижения сайтовтент Lexus

Facci sapere cosa ne pensi!