Seeweb, risolti i problemi di servizio causati da alcuni server blade

Seeweb ha comunicato oggi in un post del suo blog che sono stati finalmente risolti i problemi tecnici riscontrati sui cluster formati da server blade HP

Seeweb, compagnia italiana tra quelle leader nei servizi cloud, ha comunicato oggi in un post del suo blog che sono stati finalmente risolti i problemi tecnici riscontrati sui cluster formati da server blade HP, a causa dei quali diversi clienti hanno riscontrato interruzioni di servizio il mese scorso. La compagnia ha sottolineato che laddove non siano stati rispettati i SLA come da contratto i clienti potranno avanzare delle richieste.

Riporto di seguito tutto il post:

“A più di qualcuno di voi sarà già noto. Nelle ultime settimane alcuni nostri cloud server sono stati funestati da un problema dal quale oggi fortunatamente non ci sentiamo più minacciati. L’anomalia ha coinvolto i cluster basati su server blade HP e con infrastruttura di rete convergente Emulex a 10 Gigabit.

Curiosi di sapere qualche numero? Si è trattato di 72 server a 2 e 4 CPU. Un  totale di 2304 core, e la cosa potrebbe spaventare.

In realtà, solo pochi clienti –  i più sfortunati – hanno avuto dei disagi, che infatti si sono concentrati solo su 288 core.

Presto ci siamo resi conto che se le macchine, inspiegabilmente, smettevano di rispondere, non era per qualche strana attività lato cliente.

Aggiornamenti di routine del sistema operativo, dei driver e dei firmware stavano generando problemi sulle lame.

Abbiamo inizialmente cercato di aggirare il problema ripristinando le precedenti versioni di Sistema Operativo e Driver (un vero e proprio workaround da macchina del tempo); procedura questa possibile con i sistemi Cloud senza nemmeno dover spegnere i Cloud Server dei clienti. Pensate solo ad un’operazione del genere sui dei semplici server dedicati, sarebbe stato un disastro con ore e ore di fermo.

Nel momento funesto abbiamo, noi stessi, apprezzato i vantaggi schiaccianti delle architetture Cloud.

Subito poi ci siamo messi in contatto con RedHat, HP ed Emulex. Grazie alla loro solerzia nel collaborare, siamo riusciti a mettere a punto un set up di installazione che mostrasse la massima stabilità e, al contempo, consentisse di individuare una definizione certa del problema. Ora stiamo lavorando alla raccolta di dati sia vedere se le misure adottate sono risolutive, sia per adottarne di definitive.

Possiamo tuttavia già ritenere di essere usciti dalla “fase critica acuta” dei giorni scorsi. I clienti  coinvolti sanno che, laddove lo SLA non sia stato rispettato, potranno avanzare le loro richieste.”

bonehost.net

добавить компанию на картуподбор паролей wifi androidсрочно нужны деньги в долг под процентыmerit lefkosemybet online casinoэкспресс кредит ижевсктанзани¤ туры цены 2015деньги в долг под проценты самаракредитная карта альфа банк обслуживаниетуры турци¤ май 2015срочно нужны деньги в долг 5000caricature for gigкодекс законов о труде украиныВаш дом, каталог товаровкупить биолпродвижение сайтов работакаркасные дома калининградкишечная палочка в моче у беременнойвосхождение на килиманджаро февраль 2016vibromasseursмонтаж электрикисоздание и продвижение брендаempireoption funciona

Facci sapere cosa ne pensi!