Categorie
Guide

Ridurre il consumo dei server? Ecco alcune strategie operative

I server contenuti nei data center costituiscono una fonte tangibile di spreco di energia. La ragione è che i server sono distribuiti e configurati per capacità e performance di picco, andando però in tal modo a pregiudicare l’efficienza. Un tale spreco aumenta oltre il necessario le spese operazionali, e può portare a utilizzare tutte le risorse intensivamente, creando una situazione in cui l’organizzazione si trova poi costretta ad affrontare spese per ampliare il data center, quando in realtà a livello computazionale non sarebbe richiesto.

Ci sono però diversi modi tramite i quali chi gestisce queste strutture può migliorare l’efficienza complessiva dei server, senza avere impatto sulla capacità, sulle performance e sull’affidabilità. Citiamo quindi quattro passi che possono assicurare da questo punto di vista il miglior ritorno negli investimenti.

Consolidare e virtualizzare il maggior numero di server possibile

Un utilizzo limitato rispetto alla configurazione e capacità di picco è una delle maggiori cause di spreco nella maggior parte dei data center. Consolidare e/o virtualizzare quanti più server possibile può aumentare l’utilizzo totale dal 10 per cento (percentuale tipicamente riscontrata nei server dedicati) al 20-30 per cento. Significative riduzioni sia nelle spese di capitale che di operazioni hanno convinto molte organizzazioni a virtualizzare almeno alcuni dei loro server, e quelle che hanno usato pesantemente questa pratica hanno scoperto un altro beneficio, ovvero la possibilità di recuperare una notevole quantità di spazio sia su rack che sulla potenza non utilizzata.

Far coincidere continuamente capacità dei server con carico reale

Anche le configurazioni server con la miglior virtualizzazione sprecano energia durante i periodi di bassa richiesta di applicazioni. Il consumo totale di energia dei server può essere ridotto fino al 50 per cento facendo convergere la capacità online (misurata tramite la dimensione dei cluster) con il carico da affrontare in tempo reale. Possono essere usati dei Runbook per automatizzare i passaggi coinvolti nel ridimensionamento dei cluster e/o nella riattivazione di server, con uno schedule basato su una previsione di traffico, o con una risposta dinamica al cambiamento dei carichi di lavoro.

Diversi studi dimostrano che prestare cura a questa pratica è tutt’altro che secondario. Sia l’U.S. Department of Energy che Gartner hanno osservato che il costo medio per alimentare un server durante il suo ciclo di vita utile può eccedere la spesa iniziale di capitale. Gartner inoltre nelle sue ricerche fa notare che questo può arrivare a costare oltre 50.000 dollari ogni anno per alimentare un singolo rack di server. Ridurre quindi l’energia consumata con server in configurazione a prestazioni ridotte, o con cluster più snelli, ha il potere di portare risparmi ingenti che non influenzano minimamente le prestazioni del servizio offerto. Inoltre la gestione dinamica può aumentare la capacità a disposizione delle applicazioni, supportando anche picchi imprevedibili o stagionali di richieste, ed aumentando sensibilmente l’affidabilità dell’applicazione.

Determinare il consumo reale di energia sotto diversi carichi di lavoro

Un altro modo abbastanza intuitivo per ridurre il consumo di energia è quello di scegliere apparecchiatura per data center stando attenti alle loro specifiche sull’efficienza energetica. La maggior parte dei dipartimenti IT stanno quindi iniziando a migliorare la strategia di efficienza energetica quando aggiungono nuova capacità, oppure durante i cicli di aggiornamento delle tecnologie. Per aiutare i manager a prendere decisioni in materia essendo realmente  informati sulle prestazioni delle ultime novità tecnologiche, Underwriters Laboratories ha creato un nuovo standard di performance (UL2640) basato sul rating di efficienza PAR4. PAR4 offre un metodo accurato per determinare sia l’efficienza energetica assoluta che quella normalizzata (su parametro temporale), misurata su apparecchiature già implementate e su apparecchiature nuove.

Secondo UL “con l’introduzione di un nuovo standard, i professionisti dell’IT per la prima volta possono compiere dei confronti validi e documentati tra i server, calcolando meglio il costo totale di possesso (TCO), e prendendo decisioni migliori riguardo al ciclo di vita ed alla gestione dei propri server”. Per calcolare le performance dei server usando lo standard UL2640, viene eseguita una serie di test standardizzati, incluso il cosiddetto Power-On Spike Test, il Boot Cycle Test ed un’analisi di Benchmark. I risultati di quest’ultima determinano il consumo di energia del server, posto sotto diversi carichi di lavoro, misurando le transazioni per watt al secondo, un tipo di metrica particolarmente significativa se vogliamo confrontare i server precedentemente installati con quelli nuovi, o comparare tra loro diversi modelli di server presenti nel mercato. Questa analisi è molto utile nelle scelte di acquisto e permette ai gestori dei data center di usare le analisi del consumo di energia per scegliere la corretta allocazione dello spazio e dell’energia necessaria.

Bilanciamento del carico notturno

Sebbene molte organizzazioni operino attualmente su data center ridondanti per soddisfare le necessità di continuità del servizio vitali per il loro business, sono poche quelle che sfruttano pienamente questa vantaggiosa configurazione. Avere data center multipli posizionati strategicamente apre possibilità di spostamento dei workload laddove ci siamo al momento le maggiori disponibilità di calcolo, e quelle col miglior rapporto tra prestazioni e consumo energetico. Essendo l’energia mediamente più abbondante e meno costosa nelle ore notturne (in cui anche la temperatura esterna è minore, una strategia “notturna” può portare a considerevoli risparmi. L’integrazione di applicazioni virtualizzate e di bilanciamenti di carico tra più data center offre ai manager la possibilità di gestire la capacità in base alla richiesta per massimizzare la disponibilità di potenza di calcolo, minimizzando energia consumata e costi operativi.

10 euro gratis casino belgie

продвижение сайтов латвии недорого

site

dotav.ru всё для доты

база паролей mail ruпрограмма для взлома wi fi паролейприватбанк кредитная картаcasino oyunu oynabedava slot oyunlar?дам деньги в долг липецкс ilovevitaly ru yahooеюподать заявку на кредитную карту без справокпокорение киллимонджаросафари танзани¤ на двоихзаявление на получение кредита образец скачатьповышение имиджа компании за счетаксессуары для кухни в стиле прованс купитьпляжные туры на кипрcaricature drawingsкак увеличить продажи через интернетдеревянный домик конструкторзащита от электромагнитного излучения купитьanimals tanzaniakeywords tool seoкупить гарнитурумонитор дыхания angelcarecar cover for mercedes benz 560sl

Lascia un commento