Categorie
Guide

Prevenire gli incendi nei data center

La protezione attiva contro gli incendi si basa sull’utilizzo di una serie di sostanze estinguenti, aventi la proprietà di interrompere la combustione, oppure sulla generazione di un’atmosfera controllata a livello di non-combustione, che previene in partenza la manifestazione di un incendio. Questa tecnologia di prevenzione ed estinzione degli incendi è ecologica, efficace, molto facile da installare ed economica anche nel caso di piccoli data center fino a 200 m3.

Negli ultimi anni, anche in Europa è sempre più frequente l’utilizzo dell’azoto come gas “inertizzante” per creare un’efficace prevenzione degli incendi all’interno di ambienti confinati. Di fatto, abbassando il livello dell’ossigeno sino al livello minimo di innesco, è possibile prevenire ed eliminare completamente il rischio che un processo di combustione possa avere luogo. L’azoto è un gas incolore, inodore, insapore e inerte che costituisce il 78% dell’atmosfera che respiriamo in ogni momento, mentre l’ossigeno, presente al 21%, è il comburente naturale in ogni processo di combustione.

La contemporaneità della presenza di un materiale combustibile, di una percentuale di comburente sufficiente nell’atmosfera che lo circonda e di un’adeguata energia, permette di innescare e di mantenere in vita un generico processo di combustione. Queste tre condizioni: combustibile, comburente ed energia schematizzano e definiscono univocamente il “triangolo del fuoco” di ogni processo di combustione. Le tecniche anti-incendio hanno come fondamento l’interruzione del triangolo del fuoco in almeno uno dei suoi lati. In generale, una tecnica antincendio è tanto più efficace quanto più rapidamente riesce a rimuovere una o più delle tre condizioni che hanno dato origine e mantengono il fuoco in vita.

Su questo principio si basa questa metodologia: utilizzare una tecnologia al fine di prevenire lo sviluppo dell’incendio anziché il classico principio di sopprimere lo stesso una volta rivelato. A differenza degli impianti “classici”, concepiti come sistema di soppressione, il sistema previene l’innesco mantenendo nei locali da proteggere un’atmosfera con un tasso di ossigeno ridotto rispetto a quella ordinaria, che sia auto-estinguente ed inibente per qualsiasi combustione.

Lascia un commento