Categorie
News

OpenStack, esce la nuova release offerta da Cisco

Nonostante il business vitale per Cisco sia quello dell’hardware, la compagnia non è estranea a soluzioni software. In molti casi i software offerti da Cisco acquistano senso se affiancati alle attrezzature di rete e server della compagnia, ma questa volta non ci troviamo neanche di fronte a questa realtà, perché Cisco ha deciso di mettere le mani su OpenStack per promuovere una sua versione open source. Cisco ha rilasciato la prima versione OpenStack Cisco Edition lo scorso venerdì, dopo essere stata un attore attivo nel suo ecosistema fin dal gennaio 2011. Le attenzioni di questa uscita sono in realtà concentrate sul componente di rete dell’universo OpenStack, il Quantum Project.

Quantum è diventato progetto core di OpenStack in via ufficiale solo a partire dalla versione Folsom alla fine di settembre, anche se ne abbiamo visto diverse anteprime già a partire da fine 2011. Quantum fornisce un’astrazione di tipo Software-Defined Network (SDN) e controllo per le reti cloud. Il progetto supporta diverse tecnologie di switch virtuali, incluso il progetto Linux open vSwitch, oltre a Cisco Nexus1000V.

L’edizione di OpenStack presentata da Cisco non include il proprio sistema operativo core, ma è stata testata per essere eseguita su Ubuntu 12.04. Oltre a questo Cisco sta pensando di fornire supporto per altre distribuzioni di Linux, incluse quelle basate su Red Hat Enterprise Linux (RHEL). Sul lato hardware invece l’edizione Cisco di OpenStack è stata testata con server UCS Cisco e con la famiglia di switch Nexus della compagnia. Cisco specifica che nonostante la loro versione di OpenStack sia stata verificata con hardware Cisco, può essere eseguita su hardware di altri fornitori.

Oltre ai componenti core del progetto OpenStack, Cisco unisce altri componenti aggiuntivi. Per la distribuzione di servizi OpenStack, Cisco ha incluso il progetto open source Puppet, mentre sul lato gestionale Cisco sta estendendo il progetto il progetto core OpenStack Horizon con quelli open source Nagios, Graphite e Collected per il monitoraggio. Sono stati inoltre inclusi dei componenti per migliorare la garanzia e la disponibilità di servizio.

Oltre a Cisco altre compagnie di neworking quali Brocade, HP e Dell sono coinvolte nella fondazione OpenStack, ed ognuno sta adottando un po’ un suo approccio di soluzione basata su OpeenStack. Brocade ad esempio ha annunciato una collaborazione con il Piston Cloud la scorsa settimana per portare delle sue versioni peculiari.

spelautomat gratis

прайс на продвижение сайта

оформить кредитную карту траст банка онлайнкласнолом полная версияklasnolom pro скачатькредитная карта от 18 лет по паспортуkumarhane oyunlar? oynajetbull online casinoоформить кредитную карту без справок по паспортуденьги в долг 5000нгоро нгороцены сафари в африкекак закрыть кредитную карту альфа банкаденьги в долг под расписку орскраскрутка сайта бесплатно и быстрокупить посуду в спб дешевокупить чугунный казанкупить сковородумонтаж радиатор отоплениядома новгородлечение энтеробиоза у детейнужна ли виза в сша гражданам есכיסויחיצונילרכבמבדвторсырье ценыluvionreal estate south beach miami

Lascia un commento