Microsoft annuncia Azure Stack per il cloud ibrido

Microsoft annuncia Azure Stack, il nuovo servizio che consente di portare il cloud pubblico di Azure direttamente nei data center dei clienti

Microsoft annuncia Azure Stack per il cloud ibrido

Durante la conferenza Microsoft Ignite, che si sta tenendo in questi giorni a Chicago, l’azienda di Redmond ha annunciato importanti novità che riguardano soprattutto il mondo del cloud. Da quanto emerso sembrerebbe che l’obiettivo di Microsoft sia quello di diminuire il divario esistente tra Azure e Windows Server.

Ed è proprio per questa ragione che la società ha annunciato Azure Stack, un software messo in pratica da Microsoft allo scopo di eseguire la versione cloud pubblica di Azure all’interno dei data center dei clienti.  Basato sulla stessa tecnologia di Azure, il nuovo servizio consente agli operatori dei data center di creare delle infrastutture IaaS e PaaS simili a quelli del cloud pubblico di Azure.

Si tratta di uno strumento davvero importante che consentirebbe alle imprese di integrare le proprie applicazioni enterprise con i servizi distribuiti e ad alte prestazioni tipiche del cloud pubblico. Una soluzione ibrida quindi in grado di unire l’interoperabilità del cloud pubblico e quello privato con Stack e Azure.

Microsoft ha annunciato inoltre alcuni aggiornamenti alla piattaforma Azure, che riguardano in particolare Azure Fabric e Azure App Fabric, allo scopo di rendere l’architettura molto più container-like come ha sottolineato la stessa azienda. Azure Stack sarà disponibile in anteprima questa estate.

Novità anche per Microsoft Server e non solo

Microsoft ha reso disponibile anche la preview del nuovo Windows Server 2016. La nuova versione introduce una serie di aggiornamenti, annunciati circa un mesetto fa, che includono i container Hyper-V (che sono effettivamente “Dockerizzati”) e i nano-services.

La società statunitense ha inoltre annunciato OMS, Open Management Suite, un servizio di gestione de cloud ibrido che supporta Azure, AWS, Windows Server, Linux, VMware, e OpenStack.

Novità anche per SQL Server 2016, la piattaforma database che sarà resa disponibile in anteprima nel corso di questa estate. Secondo Microsoft si tratta di uno strumento evoluto in grado di offrire elevate prestazioni per applicazioni mission-critical su qualsiasi dato, sia esso on-premise o nel cloud.

A detta di Microsoft, tutti questi aggiornamenti sono un segno della spinta significativa che l’azienda sta operando verso il cloud ibrido. Grazie all’allineamento dell’offerta del cloud pubblico di Azure con Windows Server, i clienti saranno in grado di gestire carichi di lavoro e operazioni multi-cloud.

Ora che Microfost ha reso disponibile l’architettura di Azure direttamente nei data center dei suoi clienti, potrebbe originarsi una vera e propria battaglia con tutti gli altri fornitori di servizi IaaS competitor come OpenStack e CloudStack – Dell, HP, Cisco, Red Hat, IBM e tanti altri. Staremo a vedere quindi, chi muoverà la prossima mossa nell’ambito del cloud ibrido e quale sarà la risposta dei concorrenti Microsfot a questa nuova integrazione resa possibile grazie ad Azure Stack.деньги в долг под проценты самарадам деньги в долг в барнаулепутевки май 2013африка килиманджаро пути подъемарекомендации по подьему на килиманджаросрочно нужны деньги на карту маэстроparty caricature nyлитая посудаобщество защиты прав потребителей киев горячая линияsan francisco seo servicesрадиаторы отопления фотопроекты домов в сочипродвижение сайта в топ 5горная болезнь причиныглавный прокурор московского районаכיסוי חיצוני לרכב מאזדה 3видеорегистратор f900 ценаТент от солнца Iveco для авто