Categorie
News

Cisco rafforza la sua strategia InterCloud

Cisco rafforza la sua strategia InterCloud

Cisco sta rafforzando la sua strategia InterCloud, a tal proposito proprio nei giorni scorsi ha annunciato una partnership con ben 35 ISV (Indipendent Softwre Vendor) che, a detta della stessa società, saranno davvero utili per offrire un’ampia gamma di servizi cloud basati su infrastrutture Cisco.

In primo luogo la società americana, leader nel settore netwoking, ha annunciato il lancio entro questo autunno di un MarketPlace all’interno del quale sarà possibile trovare applicazioni certificate  per funzionare su infrastrutture InterCloud. Per questa ragione Cisco sta collaborando con una serie di imprese di sviluppo applicazioni, tra le quali Apprenda, Active State e Docker per rendere disponibile il proprio ambiente di sviluppo cloud nella piattaforma InterCloud.

La società sta collaborando anche con grandi fornitori di soluzioni per l’analisi e la gestione dei big data, tra cui MapR, Hortonworks, Cloudera e Apache Hadoop Community. Lo scopo è quello di fornire un cloud ibrido che sia di supporto all’implementazione dei big data. Cisco ha inoltre affermato di voler esporre le API per abilitare il controllo della rete e sicurezza software-based, una mossa che a detta dell’azienda aiuterà gli sviluppatori a creare in modo più efficace servizi Internet of Things.

Cisco InterCloud: partenza lenta me ripresa a breve

La strategia di Cisco InterCloud, secondo le stesse stime delle società, ha avuto una partenza a rilento. L’azienda attualmente può contare su circa 100 clienti InterCloud e 65 partner a livello mondiale. John Chambers, presidente e amministratore delegato di Cisco, ha affermato che presto il programma sarà quello di entrare in una “fase 2” della strategia InterCloud, non appena sarà disponibile ovunque il Marketplace. Il presidente si aspetta quindi un notevole incremento di mercato per i prossimi mesi.

Secondo Chambers il pezzo mancante fino ad o

ra nella strategia InterCloud era proprio quello di non aver compreso quanto fosse importante creare partnership con diversi fornitori ed abbracciare differenti tecnologie. Il presidente di Cisco ha affermato: “quello che stiamo cercando di fare in un primo momento è progettare un’architettura che integri le relazioni dei vari services provider, poi penseremo alla monetizzazione”.

A tal riguardo anche Nick Earle, Senior Vice President e Global Cloud and Managed Services Sales, ha affermato: “Chiaramente siamo nel business per fare soldi, e quando i nostri partner adotteranno InterCloud avremo l’intenzione di vendere più servizi possibili. Ma al momento dobbiamo risolvere un problema fondamentale per tutti i nostri clienti che desiderano lo stesso livello di sicurezza, il controllo e la gestione all’interno del cloud”.

Cisco si dice quindi certa che nel breve periodo il suo servizio InterCloud potrà decollare, grazie anche e soprattutto alle nuove partnership intraprese. Come afferma Chambers non potrebbe essere diversamente date le collaborazioni con aziende dello spessore di Deutsche Telekom o Telstra.выгодные кредиты в саратовеальфа банк кредитная карта мои правилатури на килиманджароaltezza африкавосхождение на килиманджаро лето 2015туры на килиманджаро lemoshoкак продвижение бренда личноготез путевка вьетнамуголовный кодекс украинысковорода с керамическим покрытиемдать объявление на авитобиметаллические радиаторы брэмlife отзывыраскрутка сайтовсколько стоит продвижение сайтовcar cover 997видеорегистратор blackvue dr500 gw-hdкупить автомагнитолу на олх