Categorie
Articoli

Alternativa Hadoop per i Big Data, arriva Microsoft Cosmos

Se un servizio per la raccolta e l’analisi dei Big Data aziendali fuziona bene in un’azienda del calibro di Microsoft, perché non proporlo come piattaforma commerciale? Questo potrebbero aver pensato in Redmond riguardo a Cosmos, la teconologia Big Data che Microsoft usa per raccogliere i dati dai servizi più disparati come Azure, Bing, AdCenter, Msn, Office 365 Skype e Windows Live e che, secondo la giornalista Mary Jo Foley di ZDnet, potrebbe presto diventare un prodotto commerciale da offrire tramite il cloud di Azure

Se un servizio per la raccolta e l’analisi dei Big Data aziendali fuziona bene in un’azienda del calibro di Microsoft, perché non proporlo come piattaforma commerciale? Questo potrebbero aver pensato in Redmond riguardo a Cosmos, la teconologia Big Data che Microsoft usa per raccogliere i dati dai servizi più disparati come Azure, Bing, AdCenter, Msn, Office 365 Skype e Windows Live e che, secondo la giornalista Mary Jo Foley di ZDnet, potrebbe presto diventare un prodotto commerciale da offrire tramite il cloud di Azure.Alternativa Hadoop per i Big Data, arriva Microsoft Cosmos

Quanto presto non si sa, ma è certo che l’autrice, da sempre esperta del mondo Microsoft, ha le giuste conoscenze per dare in anteprima una notizia alquanto veritiera, sostenuta anche dal blog americano GoLime. Inoltre, la stessa azienda di Nadella aveva dato segni riguardo alla volontà di promuovere lo sviluppo di Cosmos, tanto con la ricerca di personale con profili nell’ambito dell’ingegneria del software destinati ai Big Data, quanto con la volontà, più volte emersa dagli esponenti Microsoft, di farsi largo nel settore dell’analytics, particolarmente in crescita e appetibile non solo agli occhi di Redmond.

Cosmos è la piattaforma Big Data dalla storia travagliata: nato nel 2011 sulla base della tecnologia DAG (directed acyclic graphs), Microsoft decise di non evolvere ulteriormente la piattaforma verso un prodotto commerciale, in quanto i vertici all’epoca erano convinti di creare un clone di Hadoop, con cui Cosmos non avrebbe potuto competere commercialmente.

Il progetto ha però continuato a ricevere uno sviluppo interno, continuando a basarsi su SCOPE (Structured Computation Optimized for Parallel Execution), fino ad evolversi al più moderno SQL-LP, che racchiude in sé SQL, C# e.NET.

Secondo Jo Foley, all’interno di Microsoft, Cosmos è in grado di elaborare, metabolizzare e analizzare diverse decine di petabyte di dati, in tipico stile Big Data, provenienti dai diversi servizi, utilizzati dai milioni di utenti Microsoft e da cinquemila sviluppatori a cui è stata concessa l’opportunità di servirsi della piattaforma. Inoltre, potrebbe anche essere previsto il rilascio di un plugin per usare Cosmos all’interno di Visual Studio.

Cosmos e la concorrenza delle piattaforme Big Data

Cosmos non sarebbe l’unica piattaforma Big Data di Microsoft, che già vanta HDInsights, la tecnologia Hadoop integrata in Azure. Secondo Foley, gli utenti potrebbero scegliere a quale strumento affidarsi e nel caso decidano di usare Cosmos, pagherebbero secondo un listino a consumo per la potenza di elaborazione e lo spazio storage richiesti dalle operazioni da svolgere.

La scelta fra i due tool potrebbe non essere semplice, in quanto Cosmos è simile al MapReduce che è il cuore pulsante di Hadoop, di cui preserva anche l’interfaccia a query strutturate, che possono essere elaborate in parallelo, utilizzando fino a quarantimila macchine.

Come già detto, rispetto al MapReduce, Cosmos introduce il DAG, un metodo di modellazione capace di connettere differenti tipologie di informazioni per ridurre i tempi e le complessità delle analisi, migliorando così le performance. Cosmos potrebbe anche essere dotato di un motore streaming, un po’ come Apache Spark, che consente le analisi dati in-memory.

Un altro potenziale cliente è Google Dataflow, un sostituto di MapReduce basato su un sistema di analisi composito di dati storici e real-time, che Mountain View mira a eseguire anche su Spark, con l’aiuto di Cloudera.

Microsoft Cosmos, quindi, avrà del filo da torcere, ma nei confronti di Hadoop potrà comportarsi tanto da concorrente quanto da prodotto complementare, a seconda di come Redmond deciderà di promuovere la piattaforma nel settore dei Big Data.

one-escort.com

регистрация фирмы в оффшоре

hackask

world of tanks читы моды скачать читы для wot бесплатно

база паролей вконтакте 2013как взломать пароль вай файприватбанк кредитная картаdel rio casinoslot o polденьги как долг фильмоформить кредитку онлайн дельта банкпутешествие в мае по россиимаршрут на гору килиманджаропутевки в май¤митуры в грецию май 2015ny wedding ceremony caricatureАксессуары для ванной keuco, bisk, boheme, fbsразработка приложения под андроидразместить интернет рекламураскрутка сайта в гугле бесплатнопотолки в деревянный домтрихинелладом под ключ ульяновскacheter lingerie erotique a bon prixles pinces a seins acheter en ligne sex shopсправка по форме 095 уSouth beach