Salesforce, la storia ed il business della compagnia SaaS

Salesforce è una compagnia di cloud computing con sede a San Francisco, che distribuisce software per aziende tramite la sottoscrizione ai suoi servizi

Storia

Salesforce.com è una compagnia di cloud computing con sede a San Francisco, in USA, che distribuisce software per aziende sulla base della sottoscrizione ai suoi servizi. Salesforce ospita le applicazioni offsite, è conosciuta per i suoi prodotti di Customer Relationship Management (CRM), e negli ultimi anni ha avuto una grande espansione nell’ambito del social enterprise.

La compagnia è stata fondata nel marzo del 1999 da alcuni ex membri dell’esecutivo di Oracle Marc Benioff, Parker Harris, Dave Moellenhoff, e Frank Dominguez, inizialmente come compagnia specializzata in Software-as-a-Service. Harris, Moellenhoff e Dominguez, tre sviluppatori di software che lavoravano precedentemente a Clarify, hanno scritto il codice iniziale di automazione delle vendite.

Nel giugno 2004 Salesforce entra in borsa con l’offerta pubblica iniziale sul New York Stock Exchange con il nome di CRM, raccogliendo un capitale pari a 110 milioni di dollari. Gli investitori iniziali includevano Marc Benioff, Mark Iscaro, Larry Ellison, Halsey Minor, Magdalena Yesil, Igor Sill e Geneva Venture Partners.

Nel novembre del 2007 un attacco di phishing riuscito ha compromesso le informazioni di contatto di un buon numero di clienti di salesforce, usati poi per inviare email di phishing agli utenti di salesforce. Questo avvenimento è diventato esempio di come l’industria CRM abbia bisogno di maggior sicurezza per gli utenti contro le minacce di spam. Il servizio ha inoltre attraversato alcuni periodi di down: durante un’interruzione nel gennaio del 2009 i servizi sono stati non disponibili per più di 40 minuti, penalizzando migliaia di aziende. Nel luglio del 2011 Salesforce raggiunge quota 100.000 clienti, e nello stesso anno è nominata dal giornale Forbes come compagnia più innovativa del mondo.

Attualmente oltre al quartier generale di San Francisco esistono uffici della compagnia a Dublino, Singapore, Tokyo, Toronto, New York, Londra, Sydney e San Mateo in California. I servizi salesforce sono tradotti nel mondo in 16 diversi linguaggi.

Il Core Business

Force.com rappresenta l’offerta Platform as a Service della compagnia Salesforce.com, nota principalmente per i servizi in ambito Software as a Service (SaaS). Salesforce è stato tuttavia il primo provider a prevedere un servizio che consentisse agli sviluppatori di costruire applicazioni multi-tenant ospitate nei propri server. Tale approccio consente la condivisione di una singola istanza di un’applicazione tra più organizzazioni o utenti (tenants), i quali operano attraverso ambienti virtuali isolati che vengono percepiti come dedicati. L’istanza reale si deve quindi adattare alle esigenze di ogni utente a tempo di esecuzione, ossia deve continuamente “trasformarsi“. Il principio di multi-tenancy è concretizzabile solo se vengono garantite alcune proprietà alle applicazioni quali adattabilità, configurabilità, sicurezza, usabilità e rapidità per gli utenti coinvolti. Applicazioni compilate staticamente difficilmente incontrano tali requisiti. Sorge quindi la necessità di utilizzo di metadati, sia relativi alle funzionalità comuni del programma che in associazione alle con figurazioni dei diversi tenant, consentendo un’evoluzione real-time dei singoli componenti. Il runtime engine si avvale quindi di tale filosofia per la generazione delle applicazioni.

Consideriamo che tale approccio è sostanzialmente differente rispetto all’idea di virtual multitenancy, in quanto ogni risorsa viene condivisa, comprendendo oltre all’hardware anche le istanze delle applicazioni, il sistema operativo, il database e i relativi schemi ecc. . . . La principale differenza consiste tuttavia nella necessità di applicare esplicitamente un design opportuno all’interno delle applicazioni, come descritto in precedenza. La compagnia ha cercato di promuovere l’espressione “development as a service”, ma ha avuto scarso successo in quanto non è stata accettata al di fuori del contesto della propria offerta.

Force.com prevede tre distinti livelli di sicurezza:

– Il livello utente concerne l’autenticazione degli utilizzatori per la fruizione del servizio.

– Il livello di programmazione controlla l’autenticazione dei client software all’interno della piattaforma.

– Il livello di piattaforma consente differenti permessi di accesso agli utilizzatori autenticati di diverse organizzazioni.

Lo sviluppo e l’hosting delle applicazioni è consentito attraverso la sottoscrizione di diverse tipologie di abbonamenti annuali, in cui il prezzo viene stabilito su base mensile in funzione del numero massimo di programmi gestibili e delle funzionalità e strumenti offerti. Il modello non riserva particolare attenzione al principio pay-per-use. Esistono infatti diversi provider che consentono di corrispondere unicamente l’entità effettiva di utilizzo delle risorse.

Force.com prevede due approcci fondamentali per lo sviluppo delle applicazioni. La prima metodologia si avvale di un ambiente web-based denominato Builder, il quale include diversi strumenti caratterizzati da un alto livello di astrazione, generalmente interattivi, suddivisi sulla base del tipo di applicazione o componente specifico che si intende sviluppare. La programmazione manuale tradizionale risulta drasticamente ridotta in favore di un approccio “punta e clicca” adatto anche ai meno esperti. Non vengono tuttavia compromesse le necessità di una caratterizzazione approfondita per opera di utenti esigenti, pertanto è previsto un ambiente di sviluppo locale denominato Force.com IDE, basato sulla piattaforma Eclipse. Esiste una community di sviluppatori chiamata DeveloperForce, ideata per consentire la condivisione di documentazione, risorse, ambienti di sviluppo e tutorial, al fine di approfondire la conoscenza della piattaforma e del relativo utilizzo. In riferimento alle informazioni condivise della community, esiste un interessante tutorial finalizzato alla creazione di una semplice applicazione generica utilizzando la piattaforma Force.com. Nonostante sia ipoteticamente possibile sviluppare qualunque tipologia di applicazione, esistono alcune caratteristiche chiave condivise quali:

– Un database per la modellazione delle informazioni.

– La logica di business per svolgere particolari compiti (tasks) in relazione a determinate condizioni.

– Una interfaccia utente per esternare dati e funzionalità agli utilizzatori.

– Un sito web per la fruizione dell’applicazione (residente nei server Force.com).

– L’eventuale integrazione con altri servizi/applicazioni.

La logica di business si concretizza all’interno dell’applicazione attraverso il linguaggio di programmazione proprietario Apex, di tipo object-oriented e fortemente tipizzato, simile a Java. Possiede infatti diverse astrazioni note, come interfacce, classi, costanti, variabili e annotazioni. Consente inoltre ulteriori funzionalità, come l’interazione con database per effettuare interrogazioni e aggiungere/eliminare tuple, la costruzione di web services invocabili da applicazioni esterne attraverso delle opportune chiamate (API), lo sviluppo di test o la creazione di estensioni o controlli per l’interfaccia.

Il livello di interfaccia è gestito dal framework component-based proprietario Visualforce. Esso utilizza il tradizionale paradigma Model-View-Controller, in cui le richieste (ad esempio provenienti da un browser web) vengono gestite da un controller, il quale può eseguire determinate azioni e visualizzare i relativi risultati. Il framework include un linguaggio di markup simile ad HTML, in cui ogni tag corrisponde ad un particolare componente grafico. Eventuali estensioni possono essere realizzate utilizzando il linguaggio Apex. La creazione delle proprie applicazioni è accompagnata dalla possibilità di gestire interamente il proprio business all’interno della piattaforma Salesforce.com, attraverso l’offerta SaaS AppExchange. Tale servizio costituisce il piu grande aggregato di applicazioni cloud esistente, gestito attraverso un’interfaccia uniforme. Ogni attore ha la possibilità di costruire, amministrare e commerciare le proprie applicazioni, condividendole con altri milioni di utenti e/o sviluppatori in tutto il mondo. Attraverso la piattaforma Force.com e possibile sia inserire i propri sviluppi all’interno di AppExchange per condividerli sul mercato, che usufruire dei servizi forniti da altri utenti per le proprie necessità.

Tali esigenze non riguardano solamente lo sviluppo delle applicazioni ma anche tutti gli altri aspetti essenziali che costituiscono il business d’impresa. Alcuni esempi sono costituiti da Job Science Recruiting per l’arruolamento e la gestione delle risorse umane, BMC Remedyforce per l’automatizzazione di servizi amministrativi di supporto (help-desk), CA Agile Vision in ambito Ricerca & Sviluppo per l’impostazione dei progetti in linea con le richieste del cliente (customer-centric) focalizzando in particolare costi e risorse, APTTus per la gestione dei prezzi e delle SLA e xactly per l’amministrazione dei pagamenti. Tali servizi possono essere aggiunti dinamicamente al proprio ambiente senza necessità di installazioni o configurazioni, in quanto risiedono anch’essi nell’infrastruttura di Force.com. Tale caratteristica, unitamente alla possibilità di gestione dello sviluppo attraverso un approccio web-based, consentono alla piattaforma di distinguersi in particolare in termini di usabilità, agilità e dinamicità. Per valutare le funzionalità delle diverse applicazioni prima dell’acquisto è possibile utilizzare un’istanza di prova fornita da Salesforce.

Fonti:

1. DeveloperForce. Force.com workbook. http://www.salesforce.com/us/developer/docs/workbook/, 2011.

2. Cloud Computing: modelli, piattaforme e sviluppo di un caso applicativo. Tesi di laurea triennale di Yuri Ricci.

3. http://thecloudtutorial.com/

100 day bad credit loansчитать чужие сообщения вконтакте онлайнвзлом вай фай скачать бесплатнокредитная карта тинькофф оплатаcasino sitesikumarhane oyunlar? oynaбыстрый займ онлайн в украинекредитная карта 18 лет без справоквосхождение килиманджаро марангусафари тур altezza travelaltezza travelденьги в долг по паспортуenglish to hebrew translationsчугунные блинные сковородыкерамическая сковорода купить россияprivate partyопределение позиций сайта в поисковых системахканадские дома из сип-панелейпродвижение сайта заказать раскруткудома по канадской технологии отзывы владельцевкак заполнять декларацию о доходахhonda ценаProline PR-RF225BTраскрутка магазина

Facci sapere cosa ne pensi!