OpenStack: Cisco acquista Piston Cloud e IBM BlueBox

Il mercato delle acquisizioni dei vendor OpenStack è in continuo fermento. Gli ultimi fornitori indipendenti non hanno resistito alle offerte di IBM e Cisco

OpenStack: Cisco acquista Piston Cloud e IBM BlueBox

Il consolidamento di OpenStack nel settore del cloud è oramai un dato di fatto. A confermarlo il mercato delle acquisizioni aziendali in continuo fermento. Pochi mesi fa EMC ha acquistato VirtuStream e CloudScaling, HP ha acquistato Eucalyptus e Cisco ha acquistato Metacloud.  Ma non è finita qui. Poche ore fa Cisco ha annunciato l’intenzione di voler acquisire Piston Cloud mentre IBM sta acquisendo BlueBox.

Non un attimo di tregua quindi per i principali vendor OpenStack. Al momento solo Mirantis, la prima pure play OpenStack company, sembra lottare per restare indipendente.

La seconda acquisizione OpenStack per Cisco in un anno

Cisco vuole migliorare la propria strategia OpenStack, per questa ragione ha scelto di acquisire in meno di un anno ben due vendor di rilievo.  Poche ore fa, ha infatti annunciato l’intenzione di voler acquisire Piston Cloud, l’azienda americana fondata da Josh McKenty, l’architetto della piattaforma cloud NASA.

Piston Cloud offre soluzioni OpenStack di cloud privato progettate per la distribuzione automatizzata, la sicurezza e l’interoperabilità con il cloud pubblico basato su OpenStack. Secondo l’azienda di networking l’esperienza di Piston Cloud, riguardo i sistemi distribuiti e l’automazione, migliorerà la strategia InterCloud di Cisco che sarà così in grado di fornire una rete globale di cloud interconnessi e soprattutto cloud privati OpenStack-based.

I termini dell’accordo non sono stati resi noti, ma l’acquisizione dovrebbe chiudersi nel quarto trimestre fiscale per Cisco.

Lo scorso Settembre Cisco aveva già acquisito Metacloud, un operatore di private OpenStack cloud per le imprese a livello globale che offre OpenStack as a Service, come servizio in remoto sui cloud privati all’interno dei data center dei clienti.

Anche IBM migliora la strategia OpenStack acquisendo BlueBox

IBM ha acquistato SoftLayer un paio di anni fa evidenziando il suo interesse per il settore del cloud computing. Nel frattempo ha maturato una certa storia anche nel mondo OpenStack.

Nel recente Magic Quadrant di Gartner (che puoi visionare in questo articolo), IBM non occupa affatto una buona posizione nello spazio cloud. Probabilmente l’acquisizione di BlueBox, servirà a migliorare la propria strategia di business, ma è ancora presto per dirlo. Con BlueBox IBM aggiungerà al suo portfolio una offerta OpenStack gestita da remoto.

Data la piccola quantità di denaro richiesta, l’acquisizione per IBM non ha comportato alcuno sforzo, ma ha consentito al team di BlueBox di avere un po’ di respiro.

Per alcuni l’acquisizione delle ultime piccole aziende OpenStack è un avvenimento al quanto triste, in quanto toglie vivacità ad un settore in continua crescita. Per altri, invece, tutto ciò rappresenta il segno che il progetto OpenStack sta diventando sempre più maturo e sicuro per tutti i soggetti coinvolti. Staremo a vedere come reagiranno in futuro gli ultimi piccoli sopravvissuti come Mirantis.

 как взять долг на теле2 казахстанбыстрые деньги займ калугакак оплачивать кредитную карту альфа банкаальфа банк кредитная карта за один деньальфа банк оплата кредита через картутурпакет подъем на килиманджарофирменные блокнотыгорячие путевки в болгариюпутевки в болгарию коралtranslater russian englishseo аудит сайта примердома в волгоградевегетативно сосудистая дистаниядикие звери африкиреклама в метрополитене спбдайвинг на пхукете индивидуально и в группеtop rated seoключевые слова в google