Imprese danneggiate dagli attacchi DDoS

Gli attacchi DDoS causano ingenti danni economici soprattutto alle aziende che basano il loro business online. E'importante prendere le dovute precauzioni

Imprese danneggiate dagli attacchi DDoS

Le imprese, in particolare quelle che puntano sul sito Internet per incrementare il proprio business, devono sviluppare un preciso piano di azione per scongiurare in ogni modo gli attacchi Denial of Service distribuiti (DDoS). Un attacco informatico, infatti, indipendentemente dalla tipologia, è in grado di influenzare in maniera drammatica il ritorno economico di qualsiasi servizio basato sul Web.

Gli attacchi DDoS sono tra i più frequenti in rete, basti pensare che Wikipedia cita una media di circa 28 attacchi per ora. Questo dato sembra aumentare in modo esponenziale di anno in anno. Ma cosa sono in effetti gli attacchi DDoS?

Ogni qual volta si verifica lo stop di un servizio web si parla di Denial of Service (DoS). Spesso l’interruzione è dovuta al fatto che molti visitatori visitano contemporaneamente il sito web. Esistono diversi modi con i quali eseguire un attacco DoS. Alcuni utilizzano software per la connessione peer-to-peer, altri disabilitano permanentemente il sistema corrompendo il firmware, ma il tipo di attacco più utilizzato e più frequente è di certo l’attacco denial of service distribuito DDoS. Si tratta di un attacco in grado di disabilitare il servizio di un sito web inondandolo di più traffico di quanto ne possa gestire. Tipicamente il traffico è generato da una serie di computer in rete che sono pilotati dagli hacker. Poiché i siti sono in grado di gestire un numero limitato di richieste, nel momento in cui tanti computer si connettono al sito web, il servizio si blocca.

Quali vantaggi per i fautori di attacchi DDoS?

Alcuni hacker sembrano effettuare degli attacchi DDoS per puro divertimento, come è avvenuto recentemente per Xbox Live. Altri, invece, sono alla ricerca di un profitto economico. Spesso, infatti, alcune aziende ricevono delle vere e proprie richieste di riscatto: gli hacker sono pronti ad interrompere l’attacco in cambio di somme di denaro piuttosto cospicue.  In questo caso le aziende che sono disposte a pagare potrebbero essere bersaglio di futuri attacchi, mentre le aziende che non pagano rischiano comunque un danno economico causato dalla messa offline del proprio sito.

Attacchi DDoS sono stati utilizzati anche da gruppi di hacker in atto di protesta contro siti web con i quali non sono in accordo, come è avvenuto recentemente per il caso Anonymous.

Attacchi DDoS causano danni al business

Attacchi a Xbox Live e PlayStation Network di Sony sono sintomo che gli attacchi DDoS possono colpire anche le grandi aziende. Nell’ultimo periodo, però, si registrano sempre più attacchi a startup che operano nel settore tecnologico, sebbene si tratti di aziende che, grazie al loro background, hanno messo in atto il maggior numero di misure per prevenire o comunque attenuare attacchi DDoS.

In un rapporto del 2013 di Neustar, il 29 percento delle aziende che avevano subito un attacco DDoS, ha dichiarato di aver subito un danno economico pari a circa 100mila dollari per ora.

Tutto ciò dimostra come sia importante, soprattutto per le aziende che basano il loro business online (vedi ad esempio negozi di e-commerce), prendere tutte le dovute precauzioni per prevenire questo tipo di attacchi e quanto meno ridurre i tempi di inattività del proprio sito Internet.ип кредит на открытие бизнесапомошник при подъеме на килиманджарокредит на развитие бизнеса под залог недвижимостио путевке в африкутуры турци¤ майафриканское сафари cabela african safariалюминиевые кастрюли с утолщенным дномадминистративные штрафы за нарушение пдд152 статья уголовного кодексаs luxотзывы о домах из sip панелейпродвижение сайтов по россиипроекты на домgoogle раскруткарастаможка электромобиля в украине в 2015 годувидеорегистратор и антирадарadies fashion watches