Cloud hosting gratuito: offerte a confronto

I provider di cloud computing mettono a disposizione dei nuovi utenti servizi di cloud hosting gratuito. Ecco un confronto tra le tre soluzioni principali

Cloud hosting gratuito: offerte a confronto

La maggior parte dei provider offre servizi di cloud hosting gratuito. Il loro scopo principale è quello di incoraggiare gli utenti ad utilizzare le proprie piattaforme per poi, una volta fidelizzati, offrigli soluzioni a pagamento che possano soddisfare al meglio le loro esigenze. I servizi messi a disposizione gratuitamente dai provider sono più che sufficienti per le aziende che vogliono entrare a far parte del mondo cloud, ma prima di affidarsi completamente alla nuvola vogliono testarne le qualità e soprattutto l’affidabilità e la sicurezza.

Recentemente, sul blog di CloudAcademy è stato pubblicato un post che mette a confronto le soluzioni IaaS di cloud hosting gratuito dei tre principali provider attualmente sul mercato. Abbiamo scelto di riproporre l’articolo sul nostro blog per aiutare aziende e utenti ad individuare le soluzioni di cloud hosting gratuito che meglio si adattano alle proprie esigenze. Scopriamole di seguito.

Cloud hosting gratuito: Amazon AWS

Amazon Web Service è di certo l’azienda di cloud computing per eccellenza. AWS offre un sevizio di cloud hosting gratuito disponibile per tutti i nuovi utenti per i primi dodici mesi consecutivi l’iscrizione.

Amazon AWS mette a disposizione ben 21 servizi che possono essere utilizzati naturalmente entro certi limiti. Amazon AWS Marketplace, inoltre, offre oltre 700 software gratuiti e a pagamento che possono essere eseguiti all’interno del piano di cloud hosting gratuito. In particolare è possibile utilizzare questi prodotti su un’istanza t2.micro di Amazon EC2 per un massimo di 750 ore al mese fino a 12 mesi.

Per iscriversi gli utenti hanno bisogno di una carta di credito. Al termine dei 12 mesi di prova gratuita, verranno fatturate solo ed esclusivamente le risorse in uso.

Cloud hosting gratuito: Google Cloud Platform

Google offre servizi cloud altamente performanti in grado di competere con i servizi del suo concorrente Amazon AWS. Google Cloud Platform permette agli sviluppatori di progettare, testare e distribuire applicazioni all’interno dell’infrastruttura Google che è altamente scalabile e affidabile.

Attraverso il suo servizio di cloud hosting gratuito, Google mette a disposizione strumenti di calcolo, di storage e applicazioni per soluzioni web, mobile e back-end.

Google Cloud Platform in prova gratuita offre 300 dollari in credito da spendere su tutti i prodotti cloud platform per 60 giorni. Durante il periodo di prova ci sono delle limitazioni, ad esempio Compute Engine è limitato ad otto core simultanei per volta.

Di questa offerta possono beneficiarne solo i nuovi utenti che sono in possesso di carta di credito. Al termine del periodo di prove gli utenti potranno passare ad un account a pagamento entro 30 giorni, prima che vengano completamente cancellate le istanze.

Cloud hosting gratuito: Microsoft Azure

Azure è la piattaforma cloud classificata da Gartner come leader nel settore sia per i segmenti di mercato IaaS (Infrastructure as a service), sia per PaaS (Platform as a service). L’offerta di cloud hosting gratuito di Microsoft prevede un credito di 210 dollari da spendere in servizi Azure entro 30 giorni. Qualora si superi questa soglia, l’account verrà automaticamente sospeso.

Per iscriversi è necessario essere in possesso di un numero di telefono, di una carta di credito e di account Microsoft. I Paesi in cui il cloud hosting gratuito è disponibile sono gli stessi di quelli in cui Azure è in commercio, ossia 140 Paesi in tutto il mondo.

Azure offre anche un servizio di cloud hosting gratuito a lungo termine attraverso il quale è possibile distribuire fino a 10 siti web gratuiti o costruire un servizio di telefonia mobile che supporta fino a 500 dispositivi mobili.

Cloud hosting gratutito: verdetto finale

Tutti i servizi di cloud hosting gratuito richiedono la carta di credito per l’iscrizione. Ciò avviene in quanto, qualora le aziende o i singoli utenti sforino i limiti d’uso, i provider possono recuperare il credito in eccesso. A questo punto bisogna valutare quale provider offra le soluzioni migliori alle proprie esigenze e decidere di testare i servizi anche se solo per un periodo di tempo limitato.

Se si vuole trascorrere un po’ di tempo per imparare al meglio ad utilizzare gli strumenti messi a disposizione dal cloud computing, allora è bene orientarsi verso il cloud hosting gratuito di Amazon AWS. Al contrario se si ha intenzione di utilizzare molte risorse, allora è il caso di orientarsi verso Google o Azure.альфа банк кредитная карта ивановомай тур туроператор во владимирекилиманджаро подъемпомогите взять деньги в долг срочновосхождение на килиманджаро маршрут мачамесафари танзани¤ отзывы рассказинтернет для продвижение бренда средствами prнеоблагаемых налогорящие путевки из харьковапродвижение сайта по регионуподбор ключевых слов онлайнстроительство дачных домов калугастатистика поисковых запросов яндексапосуда россияпродвижение сайта в яндексеvibro sextoyчерный prXelfie bluetooth