I container sono maturi per il cloud: a sostenerlo Rackspace

I container sono maturi per il cloud: a sostenerlo Rackspace

I container Linux esistono già da diversi anni, ma solo in quest’ultimo periodo hanno raggiunto una maturità tale da essere impiegati a livello cloud. Questo è quanto sostiene John Engates, Chief Technology Officer di Rackspace.

5 Best Practices per Amazon AWS

5 Best Practices per Amazon AWS

Di recente sul blog di CloudAcademy è stato pubblicato un articolo di Michael Sheehy che mette in evidenza 5 best practices che è necessario assolutamente conoscere quando si inizia ad utilizzare Amazon AWS.

OpenStack: Cisco acquista Piston Cloud e IBM BlueBox

OpenStack: Cisco acquista Piston Cloud e IBM BlueBox

Il consolidamento di OpenStack nel settore del cloud è oramai un dato di fatto. A confermarlo il mercato delle acquisizioni aziendali in continuo fermento. Pochi mesi fa EMC ha acquistato VirtuStream e CloudScaling, HP ha acquistato Eucalyptus e Cisco ha acquistato Metacloud. Ma non è finita qui. Poche ore fa Cisco ha annunciato l’intenzione di voler acquisire Piston Cloud mentre IBM sta acquisendo BlueBox.

Cloud Foundry su Azure: disponibile l’anteprima

Cloud Foundry su Azure: disponibile l’anteprima

Microsoft ha annunciato sul blog ufficiale di Azure il tanto atteso supporto a Cloud Foundry, la piattaforma Platform as a Service (PaaS) open source che fornisce soluzioni cloud, framework e servizi applicativi. Si tratta delle più popolari PaaS in mercato ed è una delle infrastrutture a più rapida crescita, almeno in termini economici, nell’ambito delle piattaforme di servizi. A detta dell’azienda americana questa scelta contribuirà a migliorare l’implementazione di soluzioni multi-cloud e cloud-ibride da parte degli utenti.

NVIDIA cresce del 70% ogni anno grazie al cloud computing

NVIDIA cresce del 70% ogni anno grazie al cloud computing

Secondo un recente rapporto Reuters, lo sviluppo del cloud computing nei prossimi anni sarà in grado di generare ricavi per oltre 1 milione di dollari per le aziende coinvolte. Il CEO di NVIDIA Jen-Hsun Huang, parlando ai giornalisti del Computex 2015, che si sta tenendo proprio in queste ore a Taipei, ha affermato che la sua società prevede un incremento dei ricavi dovuti al cloud computing tra il 60 e il 70% ogni anno.

Google e i big data: il progressi dell’azienda americana

Google e i big data: il progressi dell’azienda americana

Le aziende producono sempre più dati e si aspettano di ottenere da essi informazioni preziose per il proprio business. I big data non sono più semplici documenti da conservare sfruttando un servizio di storage, ma diventano sempre più i veri protagonisti delle strategie aziendali. Dalla loro analisi scaturiscono infatti scelte di business fondamentali per la crescita imprenditoriale. Google questo lo sa perfettamente, avendolo testato sulla propria pelle, ed è per questo motivo che da diversi anni sviluppa soluzioni per la gestione dei big data utili non soltanto al proprio business, ma anche a quello delle imprese esterne, rivendendo le proprie tecnologie come servizi cloud.

SUSE OpenStack Cloud sul cloud pubblico e privato

Suse OpenStack Cloud sul cloud pubblico e privato

Suse, una delle distribuzioni Linux tra le più conosciute, non ha la stessa reputazione OpenStack dei suoi concorrenti Canonical, Red Hat e Mirantis, ma possiede una caratteristica che nessun altro ha: può essere eseguito sia sul cloud pubblico, sia su quello privato.

Come le partnership cambiano il mercato del cloud

Come le partnership cambiano il mercato del cloud

Il cloud è in continua evoluzione per rispondere alle sempre crescenti esigenze di mercato. Secondo una ricerca Forrester, circa l’80% delle aziende intervistate ha confermato che nei prossimi due tre anni sposterà completamente la propria infrastruttura IT nel cloud. Circa due terzi delle aziende hanno inoltre affermato di essersi già affidati a tre o più fornitori di cloud.

Rilasciata Fedora 22, diverse le novità introdotte

Rilasciato Fedora 22, diverse le novità introdotte

Fedora, la distribuzione Linux open source realizzata dalla comunità di sviluppatori Fedora Project e sponsorizzata da Red Hat, ha rilasciato qualche ora fa la sua ultima versione stabile, la numero 22. Questa nuova release è il passo successivo dell’iniziativa Fedora.next, il progetto che il team di sviluppo ha lanciato circa un anno fa per progettare il futuro della piattaforma open source.